AMBIENTE - Aceb_PugliaBasilicata

Cerca
ANNO XI- Aggiornato al: 17 Ottobre 2017
"Portate i pesi gli uni degli altri e adempirete così la legge di Cristo" (Galati 6:2)
Vai ai contenuti

Menu principale:

SALUTE > ARTICOLI IN PRIMA PAGINA


Api attiviste per salvare il mondo


Greenpeace lancia oggi un nuovo video, un corto di
animazione realizzato dal regista Daniel Bird in cui
api attiviste protestano contro l’uso di pesticidi
nell’agricoltura di stampo industriale.

Api in declino.  Cosa possiamo fare?

Ogni passo in avanti per trasformare l'attuale sistema agricolo di stampo industriale in uno ecologico e sostenibile, darà benefici non solo alle api, ma anche all'ambiente e alla nostra sicurezza alimentare. Dobbiamo agire ora per migliorare le condizioni delle api e di tutti gli insetti impollinatori! Per ottenere dei benefici nell’immediato è fondamentale che società e istituzioni inizino a lavorare subito ad un modello di agricoltura ecologica e sostenibile, che protegga le api dall’esposizione a sostanze chimiche pericolose.      

GREENPEACE                LEGGI TUTTO










UNA TIGRE MUORE A CAUSA DELLA DEFORESTAZIONE









Inquinamento








Difendiamo l'artico



Stop agli investimenti radioattivi

Il Gruppo bancario francese BNP, che in Italia controlla BNL, è il principale finanziatore di progetti nel settore nucleare a livello mondiale e sta decidendo di finanziare la costruzione del controverso reattore Angra3, a soli 150 chilometri da Rio de Janeiro, per un valore complessivo 1,1 miliardi di euro. I clienti del Gruppo BNP hanno il diritto di chiedere di fermare gli investimenti nel settore nucleare.
GREENPEACE ITALIA





OGM resistenti agli erbicidi.
I rischi per l'Europa

Cosa ne sarebbe dell'agricoltura in UE se la Commissione europea seguisse l'esempio degli Stati Uniti e autorizzasse la coltivazione di OGM tolleranti agli erbicidi? Negli Stati Uniti gli agricoltori non riescono a liberarsi dal circolo vizioso in cui sono finiti a causa degli OGM tolleranti agli erbicidi. Il ricorso a questi prodotti  ha innescato lo sviluppo e la rapida diffusione di quasi due dozzine di varietà  di piante infestanti resistenti al glifosato, facendo aumentare sia i costi di produzione,  che il volume e l'ecotossicità dei diserbanti necessari per prevenire perdite eccessive dei raccolti.
GREENPEACE ITALIA

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu