TILC - ROMANI 10 - Aceb_PugliaBasilicata

Cerca
2006  ANNO XIII - 22 luglio 2019
"Portate i pesi gli uni degli altri e adempirete così la legge di Cristo" (Galati 6:2)
Vai ai contenuti

Menu principale:

N.T.
 


(Testo TILC)


Lettera ai Romani, Cap.: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16


LETTERA AI ROMANI
Capitolo 10


1Fratelli, io desidero con tutto il cuore e domando a Dio che gli Ebrei siano salvati. 2Posso infatti testimoniare che essi sono pieni di zelo per Dio, ma il loro zelo non è guidato da una giusta conoscenza. 3Essi non hanno capito che Dio mette egli stesso gli uomini nel giusto rapporto con sé, e hanno cercato di arrivarci da soli. Per questo non si sono sottoposti a Dio che salva in Cristo. 4Cristo è lo scopo e la fine della legge di Mosè; perciò, chiunque crede, è posto nella giusta relazione con Dio.

         La salvezza è per tutti
   5Così Mosè descrive la salvezza mediante la Legge: L'uomo che la mette in pratica vivrà. 6- 7Riguardo alla salvezza che viene dalla fede invece dice: Non chiederti se è necessario salire in cielo e scendere nell'abisso, perché Cristo è sceso dal cielo ed è risuscitato dai morti. 8Che dice la Bibbia? La parola è vicino a te, sulla tua bocca e nel tuo cuore, così è l'annunzio della fede che noi predichiamo. 9Se, nel tuo cuore, credi che Dio ha risuscitato Gesù dai morti e, con la tua voce, dichiari che Gesù è il Signore, sarai salvato. 10Dio accoglie chi crede veramente; chi dichiara la propria fede sarà salvato. 11Infatti la Bibbia dice: Chi crede in lui non sarà deluso. 12Non vi è perciò differenza fra chi è Ebreo e chi non lo è, perché il Signore è lo stesso per tutti, immensamente generoso verso tutti quelli che lo invocano. 13Afferma infatti la Bibbia: Chiunque invocherà il nome del Signore sarà salvato.

         La fede nasce dall'annunzio di Cristo
   14Ma come potranno invocare il Signore, se non hanno creduto? E come potranno credere in lui, se non ne hanno sentito parlare? E come ne sentiranno parlare, se nessuno lo annunzia? 15E chi lo annunzierà, se nessuno è inviato a questo scopo? Come dice la Bibbia:
   Che gioia quando arriveranno quelli che portano buone notizie!
   16Ma non tutti hanno ubbidito alla parola del Signore. Lo dice Isaia: Signore, chi ha creduto al nostro annunzio? 17La fede dipende dall'ascolto della predicazione, ma l'ascolto è possibile se c'è chi predica Cristo.
   18Ora io mi domando: il popolo d'Israele non ha forse udito l'annunzio dei messaggeri?
   Anzi:
   La loro voce s'è fatta udire su tutta la terra
   e la loro parola fino alle estremità del mondo.
   19Ma io insisto ancora: Israele non ha forse capito? Vediamo quello che Dio ha già detto per bocca di Mosè:
   Vi renderò gelosi di gente che non è neppure un popolo,
   provocherò il vostro sdegno contro gente che non capisce.
   20E poi giunge perfino a dichiarare nel libro di Isaia:
   Sono stato trovato da coloro che non mi cercavano,
   mi sono fatto conoscere da coloro che non chiedevano di me.
   21Parlando invece d'Israele:
   Tutto il giorno ho teso le mani verso un popolo
   disubbidiente e ribelle.



 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu