Riforma - Culto cantata - - Aceb_PugliaBasilicata

Cerca
ANNO XIII - 18 Aprile 2019
"Portate i pesi gli uni degli altri e adempirete così la legge di Cristo" (Galati 6:2)
Vai ai contenuti

Menu principale:

SALUTE > RIFORMA
 



Riforma  numero 36 - 25 settembre 2015 - pagina 8 - vita delle chiese

MOTTOLA - UN CULTO CANTATA SUL TEMA DEL CREATO
       Domenico D'Elia


Domenica 30 agosto si è tenuto alla chiesa battista di Mottola (Ta) un «culto cantata».
Dopo l’esperienza del «Culto di rinnovamento e guarigione», tenutosi l’ultima domenica di luglio, che ha avuto come suo centro la riflessione,l’ascolto e la preghiera per le persone (sorelle, fratelli, amici e conoscenti) affette da problemi di ansia e depressione, il culto serale del 30 agosto è stato dedicato alla «cantata» intorno al tema del creato.
Il «culto cantata» è un culto cristiano evangelico che, richiamandosi alla Cantata (forma musicale barocca della quale J. S. Bach fu uno dei massimi interpreti, soprattutto per quanto riguarda le Cantate Sacre per le festività), alterna letture bibliche e non, brevi componimenti recitati e musica (di solito classica ma anche contemporanea) che predilige laccompagnamento con archi e/o fiati.
 
La Cantata ruota attorno a un tema, a esempio il Natale, la Pasqua, la grazia, il perdono, la misericordia, la passione. Il «culto cantata» viene spesso proposto allestero come parte integrante delle attività di culto per lanno liturgico nelle chiese protestanti.

Per la parte liturgica sono intervenuti: Dario Monaco, animatore della liturgia e predicatore della Parola; i musicisti: The Hill Quartet, Alessandra Arcidiacono, Domenico D’Elia; Sandra Speranza, canto solista e accompagnamento comunitario; lettrici e lettori: Pina Franchini, Antonio Potenza, Nicola Larucci, Maria Paola Nigro, Pietro Baia, Giovanna Speranza; videoproiezione: Arianna Tartarelli; suono: Lorenzo Semeraro.
Sorelle e fratelli delle comunità di Mottola, di Conversano e di Matera, e molti esterni hanno partecipato da spettatori attenti ed emotivamente coinvolti a questo evento, unico nel suo genere, nel quale letture bibliche e non, musiche eseguite dagli archi, foto, video e messaggio evangelico hanno raccontato della bellezza, della magnificenza e della maestosità del creato ma, anche, della sua fragilità e vulnerabilità.
 
A fine serata tutti i presenti hanno ringraziato i musicisti e i lettori per essere stati degni interpreti di un evento co ben riuscito, tanto che da più parti è venuta la richiesta di ripeterlo, magari in prossimità dellAvvento.







MOTTOLA - Il culto cantata - Il creato 





 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu