Giuseppe E. - Aceb_PugliaBasilicata

Cerca
ANNO XIII - 21 Febbraio 2019
"Portate i pesi gli uni degli altri e adempirete così la legge di Cristo" (Galati 6:2)
Vai ai contenuti

Menu principale:

Strano, ma vero
 

Il vento soffia dove vuole e ne senti la voce, ma non sai di dove viene e dove va: così è di chiunque è nato dallo Spirito (Giovanni 3:8)

Strano, ma vero... il vento dello Spirito di Dio soffia ancora, soffia dove vuole. Così come lo riconosciamo e ne sentiamo la voce, anche se non sappiamo da dove viene, così possiamo avvertire i cambiamenti prodotti dall'opera dello Spirito. Dio si è avvicinato su
Giuseppe, per trasformarlo interiormente, per riempirlo del suo amore, per rinnovarlo a nuova vita, a nuova creazione, a nuovo inizio.
Giuseppe con il suo battesimo vuole testimoniare il proprio amore per Gesù, vuole camminare con Lui e mettersi a Sua disposizione.
Vento soffia,.. Spirito Santo agisci. Vieni con il tuo amore a compiere la tua opera creatrice.



La mia testimonianza di fede


GIUSEPPE (Bari, 19 maggio 2013)

Fin da piccolo la mia fede era una semplice espressione religiosa, potremmo dire già confezionata, che propone un percorso già preparato, delle regole, degli schemi, uno stile di vita, uno sforzarsi a compiere più opere possibili per poter espiare i propri peccati. Tutto questo pensavo che bastasse, per essere giusto davanti agli occhi di Dio. E Invece no!! Era solo una fede di facciata, un attenersi a delle regole o a delle Leggi proprio come facevano i farisei.
La vera fede rompe tutti questi schemi, la fede è un dono, la fede non si cerca e non si ottiene adempiendo a dogmi e precetti. E’ Dio che ci chiama! e noi sempre per il Suo grande amore e per il libero arbitrio che ci dona, rispondiamo o meno a questa Sua chiamata. Non dobbiamo fare nulla, non ci chiede alcun sacrificio. Una volta che diciamo di "SI" alla Sua chiamata le opere che produrremo saranno una conseguenza a quel nostro SI…e tutti i nostri peccati saranno cancellati per Grazia mediante la fede in Gesù Cristo, unico mediatore che ci riconcilia con il Padre. Ecco solo questo ci chiede!
L’apostolo Paolo nella sua lettera alla chiesa di Efeso dice: "Infatti è per grazia che siete stati salvati, mediante la fede; e ciò non viene da voi; è il dono di Dio. Non è in virtù di opere affinché nessuno se ne vanti".
Proprio in virtù della Sua Grazia e di quel mio SI alla Sua chiamata, che la mia vita è cambiata 5 anni fa dopo aver conosciuto il peccato. Avevo perso tutto, lavoro, reputazione, stima, amici, praticamente tutto!  In quel periodo mi sentivo svuotato, mi sentivo sporco. La mia coscienza mi puniva severamente! E non c’è peggior punizione di quella della propria coscienza. Il sentimento che provavo era un pò simile al combattimento interiore che provava Lutero.  Mi sforzavo con tutte le mie forze a risalire e a riprendere la mia vita, ma non ce la facevo, quando un giorno ho detto al Signore: "Ho sbagliato! Ho peccato! Sia fatta la Tua volontà". Da quel momento ho ripreso in mano la mia vita e tutti i problemi si sono risolti. Ho iniziato a frequentare la Chiesa battista di Bari, dove con l’aiuto del Pastore Ruggiero Lattanzio e della comunità intera, ho scoperto la vera fede, quella non in una religione ma nel Dio vivente. Dopo due anni ho deciso di testimoniare davanti a Dio e alla comunità, tramite il battesimo, la mia piena fiducia in Gesù, nostro Salvatore e unico mediatore con Dio Padre, affidando completamente a Lui la mia vita. Oggi la mia vita ruota tutta intorno alla ricerca in primis del Regno di Dio e della Sua giustizia, guardando con un’altra prospettiva le ansie e le preoccupazioni della vita.



Alessandra


Anna


Gino


Doroti


Giuseppe


Enzo





 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu