TILC - EFESINI 6 - Aceb_PugliaBasilicata

Cerca
2006/2020 -  ANNO XIV - 4  Novembre 2020
"Portate i pesi gli uni degli altri e adempirete così la legge di Cristo" (Galati 6:2)
Vai ai contenuti

Menu principale:

N.T.
 


(Testo TILC)


Lettera agli Efesini, Cap.: 1 2 3 4 56

LETTERA AGLI EFESINI
Capitolo
6

Genitori e figli

 1Figli, davanti al Signore avete il dovere di ubbidire ai vostri genitori, perché così è giusto. 2Il comandamento: Onora il padre e la madre nella Bibbia è il solo comandamento accompagnato da una promessa, cioè: 3perché tu sia felice e possa godere lunga vita sulla terra.
   4E voi, genitori, non esasperate i vostri figli, ma date loro un'educazione e una disciplina degna del Signore.

         Schiavi e padroni

   5Schiavi, ubbidite ai vostri padroni di questo mondo con grande rispetto e con cuore sincero, come di fronte a Cristo. 6Non fatelo per essere visti e per far piacere ai padroni; ma come servi di Cristo, fate la volontà di Dio per convinzione, 7e compite volentieri il vostro servizio, servendo così il Signore e non gli uomini. 8Voi sapete infatti che ciascuno, sia schiavo o no, sarà ricompensato dal Signore secondo il bene che avrà fatto.
   9E anche voi, padroni, comportatevi allo stesso modo verso i vostri schiavi. Lasciate da parte le minacce e ricordate che in cielo c'è il Signore loro e vostro, il quale non fa distinzione di persone.

         Le armi del cristiano
   10Infine, prendete forza dal Signore, dalla sua grande potenza. 11Prendete le armi che Dio vi dà, per poter resistere contro le manovre del diavolo. 12Infatti noi non dobbiamo lottare contro creature umane, ma contro spiriti maligni del mondo invisibile, contro autorità e potenze, contro i dominatori di questo mondo tenebroso.
   13Prendete allora le armi che Dio vi dà, per combattere, nel giorno della lotta, le forze del male e per saper resistere fino alla fine. 14Preparatevi dunque! Vostra cintura sia la verità, vostra corazza siano le opere giuste e 15sandali ai vostri piedi sia la prontezza per annunziare il messaggio di pace del Vangelo. 16Sempre tenete in mano lo scudo della fede con cui potete spegnere le frecce infuocate del Maligno.
   17Prendete anche il vostro elmo, cioè la salvezza, e la spada dello Spirito Santo, cioè la parola di Dio.
   18Pregate sempre: chiedete a Dio il suo aiuto in ogni occasione e in tutti i modi, guidati dallo Spirito Santo. Perciò state svegli e non stancatevi mai di pregare per tutto il popolo di Dio 19e anche per me. Pregate perché Dio mi faccia trovare parole decise con cui far conoscere la verità del suo messaggio. 20Benché sia in prigione, io sono ambasciatore del Vangelo. Pregate perché io possa parlare coraggiosamente, come è mio dovere.

         Saluti finali
   21- 22Tìchico, nostro caro fratello e fedele ministro del Signore, vi porterà mie notizie, così anche voi saprete come sto e che cosa faccio. Io lo mando a voi proprio per questo, per dare consolazione ai vostri cuori.
   23Dio nostro Padre e Gesù Cristo nostro Signore diano pace, amore e fede a tutti i fratelli. 24La grazia sia con tutti quelli che amano il nostro Signore Gesù Cristo, con amore intramontabile.

 
 
 

<precedente_____________________________successiva  >

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu