Testimonianza - NINETTA LESTINGI A. Dongiovanni - Aceb_PugliaBasilicata

Cerca
2006/2022  ANNO XVI - 20 maggio 2022
"Portate i pesi gli uni degli altri e adempirete così la legge di Cristo" (Galati 6:2)
Vai ai contenuti

Menu principale:

 



      Ninetta Lestingi   ( 1939 - 2013)



Conversano - Il difficile cammino del cambiamento

Anna Dongiovanni
Il Signore, nostro Padre celeste è tanto buono, soprattutto con me. Il suo amore paterno non si esaurisce mai. Dio è paziente con i suoi figli, a differenza di noi che spesso dimentichiamo di elargire ad altri quell'amore che ci viene donato gratuitamente da Lui.
Sono grata al Signore perché mi ha donato altre sorelle ed altri fratelli che mi arricchiscono e che mi fanno sentire la Sua presenza ogni volta che pregano, ogni volta che offrono il loro aiuto e il loro sostegno. L'esperienza che sto vivendo con loro è rigenerante per la mia fede in Cristo Gesù. La comunità è ricca di operai del Signore e questo è stimolante per me. Mi spiace molto non potermi unire a loro, partecipando attivamente ai vari incontri oltre quello della domenica; spero di poterlo fare in futuro.
Può sembrare incomprensibile, ma ancora una volta il Signore mi ha dato una nuova opportunità… una esperienza triste può abbatterci, ma può anche diventare una opportunità per rinnovarci, per cambiare rotta, per riflettere.
La dipartita della mia carissima sorella ed amica Ninetta mi ha fatto riflettere ed ha risvegliato in me 1'entusiasmo del primo amore per il Signore nostro Padre celeste: l'esempio della sua grande fiducia nel Signore ha rimosso dal mio cuore quel sentimento che chiamerei "abitudine alla fede".
Nei giorni immediatamente dopo la sua "partenza verso il cielo", ho ripensato ai momenti vissuti in sua compagnia, alla preghiera che ha rivolto al Signore per i suoi nipoti... ho esaminato profondamente il mio cuore.
Il mio cuore si era un pò impoverito... ci sono stati dei momenti in cui ho avuto meno pazienza, meno tolleranza verso chi ha un modo di fare, secondo i miei parametri, superficiali o poco corretti ... ora ho davanti ai miei occhi la figura di Gesù e l'esempio della mia cara amica Ninetta che aveva sempre un pensiero amorevole per tutti, che sapeva ascoltarmi e che aveva per me buoni consigli.
Ora più che mai sento forte in me la voglia di dare di più, di lavorare di più per il Signore. So di fare pochissimo per Lui e vorrei essere invece un'instancabile operaia della sua vigna, essere una vera discepola di Cristo.
Questa esperienza spiacevole ha fatto nascere in me la voglia di rinnovarmi, di tornare ai piedi della croce di Cristo.
Chiedo perdono a Gesù per tutto quello che non ho fatto e che avrei potuto fare... chiedo perdono al Signore per tutti i miei errori, inoltre, chiedo a Lui di sostenermi sempre nel difficile compito di modellarmi alla figura inarrivabile di Gesù, nostro maestro di umiltà, pazienza e profondo amore.

Conversano agosto 2011




Ninetta Lestingi: Salmo 23

In memoria di Ninetta Lestingi

Lettera a Viviana Arcidiacono


In ricordo di Viviana Arcidiacono


A mamma Giulia


Testimonianze

 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu