TILC - 1^ Timoteo 6 - Aceb_PugliaBasilicata

Cerca
2006/2020 -  ANNO XIV - 4  Novembre 2020
"Portate i pesi gli uni degli altri e adempirete così la legge di Cristo" (Galati 6:2)
Vai ai contenuti

Menu principale:

N.T.
(Testo TILC)

Prima lettera a Timoteo, Cap.: 1 2 3 4 5 6


PRIMA LETTERA A TIMOTEO

Capitolo 6

Gli schiavi credenti
1Quelli che si trovano a essere schiavi siano molto rispettosi verso i loro padroni, perché nessuno possa bestemmiare il nome di Dio e parlar male della nostra fede. 2E se i padroni sono cristiani, non possono loro mancar di rispetto, per il semplice fatto che sono fratelli nella fede. Anzi devono servirli ancor meglio, proprio perché compiono un servizio verso persone credenti e amate da Dio.

      Le false dottrine e la vera ricchezza
Sono queste le cose che tu devi insegnare e raccomandare. 3Se qualcuno insegna diversamente, se non segue le sane parole di Gesù Cristo nostro Signore e l'insegnamento della nostra religione, 4- 5è un superbo e un ignorante, un maniaco che va in cerca di discussioni e vuol litigare sulle parole. Da queste cose nascono invidie, contrasti, maldicenze, sospetti cattivi e discussioni senza fine. Chi fa così è gente squilibrata lontana dalla verità. Essi pensano che la religione sia un mezzo per far soldi.
6Certo, la religione è una grande ricchezza, per chi si contenta di quel che ha. 7Perché non abbiamo portato nulla in questo mondo e non potremo portar via nulla. 8Dunque, quando abbiamo da mangiare e da vestirci, accontentiamoci. 9Quelli invece che vogliono diventare ricchi cadono nelle tentazioni, sono presi nella trappola di molti desideri stupidi e disastrosi, che fanno precipitare gli uomini nella rovina e nella perdizione. 10Infatti, l'amore dei soldi è la radice di tutti i mali. Alcuni hanno avuto un tale desiderio di possedere, che sono andati lontani dalla fede e si sono tormentati da se stessi con molti dolori.

      Raccomandazioni a Timòteo
11Ma tu, uomo di Dio, evita tutte quelle cose. Cerca sempre la giustizia, il timor di Dio, la fede, l'amore, la pazienza e la bontà. 12Combatti la buona battaglia della fede: afferra la vita eterna, perché Dio ti ha chiamato a viverla quando hai fatto la tua bella dichiarazione di fede di fronte a molti testimoni. 13Davanti a Dio, che dà vita a tutte le cose, e davanti a Gesù Cristo che ha dato la sua bella testimonianza di fede di fronte a Ponzio Pilato, io ti faccio questa raccomandazione: 14ubbidisci al comandamento ricevuto, consèrvati irreprensibile e senza macchia fino al giorno in cui verrà il Signore nostro Gesù Cristo. 15Al tempo stabilito, la sua apparizione sarà decisa da Dio.
Egli è il Sovrano unico e beato,
il Re dei re, il Signore dei signori.
16Egli solo è immortale
e abita in una luce
alla quale nessuno si può avvicinare.
Nessun uomo l'ha mai visto,
né potrà mai vederlo.
A lui onore e potenza, per sempre!
Amen.

      I ricchi
17A quelli che possiedono ricchezze in questo mondo devi raccomandare di non essere orgogliosi. Non mettano la loro speranza in queste ricchezze incerte, ma in Dio: è lui che ci dà tutto con abbondanza, perché noi possiamo farne uso. 18Facciano il bene, siano ricchi di opere buone, generosi e pronti a mettere in comune quel che possiedono. 19Così si prepareranno un tesoro sicuro per l'avvenire, per ottenere la vera vita.

      Ultime raccomandazioni
20Timòteo, custodisci con cura tutto quel che ti è stato affidato. Evita le chiacchiere contrarie alla fede, le obiezioni che vengono da una falsa conoscenza. 21Alcuni hanno preteso di avere questa conoscenza, ma poi si sono allontanati dalla fede.
La grazia di Dio sia con voi!  

     Prima lettera a Timoteo, Cap.: 1 2 3 4 5 6
 
 

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu