TILC - 1^ Timoteo 5 - Aceb_PugliaBasilicata

Cerca
2006/2020 -  ANNO XIV - 4  Novembre 2020
"Portate i pesi gli uni degli altri e adempirete così la legge di Cristo" (Galati 6:2)
Vai ai contenuti

Menu principale:

N.T.
(Testo TILC)

Prima lettera a Timoteo, Cap.: 1 2 3 4 5 6


PRIMA LETTERA A TIMOTEO

Capitolo 5

Responsabile verso tutti
1Non rimproverare duramente un uomo anziano, ma esortalo come se fosse tuo padre. Tratta i giovani come fratelli, 2le donne anziane come madri, quelle giovani come sorelle, con assoluta purezza.

      Le vedove
3Abbi cura e rispetto per le vedove che sono veramente sole. 4Se invece una vedova ha dei figli o nipoti, bisogna che questi imparino a mettere in pratica la loro fede prima di tutto verso le persone della propria famiglia. Devono imparare ad aiutare i loro genitori, perché così Dio vuole.
5La donna che è veramente vedova e non ha nessuno mette la sua speranza in Dio, e giorno e notte gli chiede aiuto con la preghiera. 6Invece la vedova che pensa solo a divertirsi, anche se vive, è già morta. 7Tu raccomanda che le vedove non si comportino male. 8Se poi qualcuno non si prende cura dei suoi parenti, specialmente di quelli della sua famiglia, costui ha già tradito la sua fede ed è peggiore di uno che non crede.
9Accetta nella lista ufficiale delle vedove solo quelle che hanno passato i sessant'anni. Inoltre, bisogna che siano state fedeli al marito 10e che siano conosciute per le loro opere buone. Devono aver educato bene i loro figli, essere state generose nell'ospitalità e servizievoli verso tutti i credenti; devono aver aiutato i bisognosi e fatto ogni specie di opera buona.
11Non mettere in quella lista le vedove giovani, perché se poi sono prese dal desiderio di sposarsi di nuovo abbandonano Cristo, 12e così si rendono colpevoli di aver abbandonato il loro primo impegno. 13Inoltre, trovandosi senza niente da fare, queste vedove imparano a girare qua a là per le case; non solo vivono nell'ozio, ma diventano anche curiose e pettegole, parlano di cose delle quali non dovrebbero interessarsi.
14Perciò desidero che le giovani vedove si sposino di nuovo, abbiano figli e si prendano cura della loro casa; in modo che non diano ai nostri avversari occasione di parlar male di noi. 15Purtroppo già alcune hanno abbandonato la strada giusta e sono andate dietro a Satana.
16Se poi una donna cristiana ha delle vedove nella sua parentela, se ne occupi lei, senza essere di peso alla comunità: così la comunità potrà aiutare le vedove che sono veramente sole.

      I responsabili della comunità
17I responsabili che governano bene la comunità meritano doppia ricompensa, specialmente quelli che faticano nella predicazione e nell'insegnamento. 18Dice infatti la Bibbia: Non mettere la museruola al bue che trebbia il grano; e poi: "Il lavoratore ha diritto alla sua paga". 19Non ascoltare accuse contro un responsabile se non sono confermate da due o tre testimoni, come dice la Bibbia.
20Se qualcuno ha commesso una colpa, rimproveralo pubblicamente, in modo che anche gli altri ne abbiano timore. 21Ti scongiuro, davanti a Dio, a Cristo Gesù e agli angeli santi: ubbidisci a queste mie istruzioni e mettile in pratica con tutti, senza fare preferenze per nessuno.
22Non aver fretta quando scegli qualcuno per un incarico nella comunità mediante l'imposizione delle mani, altrimenti sarai responsabile anche dei suoi peccati. Conservati innocente.
23Smetti di bere soltanto acqua; prendi anche un po' di vino per favorire la digestione, visto che sei spesso un po' malato.
24I peccati di certe persone si vedono chiaramente anche prima che siano condannate; i peccati di altre persone si scoprono soltanto dopo. 25Come le opere buone si manifestano, così anche quelle non buone non possono restare nascoste.

Prima lettera a Timoteo, Cap.: 1 2 3 4 5 6
 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu