Baal - Aceb_PugliaBasilicata

Cerca
ANNO XIII - 18 Aprile 2019
"Portate i pesi gli uni degli altri e adempirete così la legge di Cristo" (Galati 6:2)
Vai ai contenuti

Menu principale:



BAAL  

Principale dio dei Cananei, sovente associato ad Astarte (Gc 10:6; 1 R 19:18; Gr 2:8). Il suo nome compare in talune località (Baal-Meon, Baal- Ermon...). Lo si chiamò anche Baal- Berit (Gc 8:33), Baal Zebub (2 R 1:2). Vc1. BELZEBU
BABELE  
Città della Mesopotamia dove regnò Nimrod (Ge 10:8-10); in essa venne innalzata la torre di Babele (Ge 11:1-9). Babele divenne Babilonia.
BABILONIA  
Capitale della Caldea. Giuda vi fu condotto in cattività (2 Cr 36:17-21; Gr 52:27-30). Essa fu presa da Ciro nel 539 a. C. (cfr. Da 5:30-31); in seguito perse tutta la sua importanza. In Apocalisse ricompare sotto il nome di Babilonia la Grande (Ap 17:18).
BALAAM  
Indovino, invitato dal re di Moab a maledire Israele, prima della sua entrata in Canaan (Nu 22:2-8). Egli disubbidì a Dio (Nu 22:12, 21) e fu ripreso da un’asina (Nu 22:22-30; 2 P 2:15-16). Dovette benedire Israele, suo malgrado (Nu 24:10- 25), ma lo spinse all’idolatria (Nu 25:1-3; Gd 11; Ap 2:14). In seguito, venne ucciso dal popolo d’Israele (Nu 31:8; Gs 13:22).
BALDASSAR
Figlio maggiore di Nabonide, l’ultimo re di Babilonia; egli governava nel periodo in cui suo padre era in guerra. Profano gli utensili del tempio di Gerusalemme (Da 5:2-4) e fu, per questo, condannato da Dio (Da 5:28). Babilonia venne presa da Ciro e Baldassar perì in quella stessa notte (Da 5:30-31).
BARABBA
Ladro e assassino che si trovava in prigione al momento dell’arresto di Gesù; malgrado questo, in virtù di una consuetudine romana, durante la Pasqua gli Ebrei lo fecero liberare, chiedendo la condanna del Cristo al suo posto (Mt 27:15-26; Lu 23:17-25).
BARAC, BEDAN
Uomo di Neftali; insieme con la profetessa Debora vinse Sisera capo dell’esercito di Iabin, re di Canaan, al tempo dei giudici (Gc 4:2, 15, 24; Eb 11:32).
BARNABA
Levita, originario di Cipro. Presentò Paolo alla chiesa di Gerusalemme (At 9:26-27), fortificò la chiesa di Antiochia (At 11:22-26) e accompagnò Paolo al tempo del suo primo viaggio missionario (At 13:2; eccetera). Si separò dall’apostolo alla vigilia del suo secondo viaggio, e si recò a Cipro (At 15:36-39).
BARTOLOMEO  
Apostolo (Mt 10:3; Mr 3:18), senza dubbio lo stesso Natanaele (Gv 1:45; 21:2).
BASAN  
Regione popolosa e fertile a est del Giordano (cfr. Ez 39:18). Mosè vinse Og, re di Basan, e s’impadronì del suo territorio (Nu 21:33-35; De 3:1-11). Il paese venne dato alla mezza tribù di Manasse (De. 3:11).
BAT-SCEBA  
Moglie di Uria, l’Hittita; Davide ebbe un comportamento malvagio verso di lei e suo marito (2 S 11; 12:9), ma riconobbe il suo peccato e ottenne il perdono (2 S 12:13; Sl 32:5; 51:2). Bat-Sceba divenne moglie di Davide e fu la madre di Salomone (2 S 12:24).
BEL
Lett. dio del letame, il principe dei demoni (Mt 12:24; Mr 3:22; Lu 11:15-19). Facilmente identificabile con Baal-Zebub, lett. dio delle mosche, dio di Ecron (2 R 1:2). Vd. BAAL
BELZEBU  
Principale dio dei Babilonesi, identificato con Marduc, chiamato anche Merodac (Is 46:1; Gr 50:2); a cui si attribuiva il rinnovarsi della natura in primavera.
BENIAMINO  
Figlio minore di Giacobbe e di Rachele (Ge 35:16-20), e capostipite dei Beniaminiti (Nu 26:38-41; De 33:12); il loro territorio confinava con quello di Giuda (Gs 18:11-14). Dopo lo scisma del 931 a. C., Beniamino e Giuda formarono il regno di Giuda (1 R 12:20-24).
BESTIA (LA)  
Nome dato talvolta all’Anticristo (la bestia che sale dal mare, Ap 13:1-10) o al falso profeta (la bestia che sale dalla terra, Ap 13:11-18; cfr. Ap 19:20).
BETANIA  
Piccola località sul versante orientale del monte degli Ulivi, a tre chilometri da Gerusalemme (Mr 11:1); villaggio di Lazzaro, "Marta e Maria (Gv 11:1); Gesù Cristo passò di quì molto spesso (Lu 19:29; 24:50).
BETEL  
Luogo dove Abramo si separò da suo nipote Lot (Ge 13:1-11) e dove Giacobbe ebbe la visione della scala (Ge 28:10-22); in seguito divenne un alto luogo dove Israele offriva sacrifici e consultava il SIGNORE (Gc 20:18, 26). Samuele vi amministrò la giustizia (1 S 7:16). Ma un re d’Israele, Geroboamo, vi mise un vitello d’oro facendone un centro d’idolatria (1 R 12:28-29,33), che i profeti denunciarono (Os 10:5; Am 3:14; 4:4).
BETLEMME  
Città di Giuda in cui Rachele, moglie di Giacobbe, morì (Ge 35:16-20). Gli antenati di Davide vi si stabilirono (Ru 1:2, 19; 4:11-17; 1 S 16:1) e, in seguito, fu chiamata Città di Davide. Gesù Cristo nacque a Betlemme (Lu 2:4-7, 11; cfr. Mi 5:1); Erode vi ordinò la strage degli innocenti nel tentativo di sopprimere Gesù, il re dei Giudei (Mt 2:16-18; cfr. Gr 31:15).




 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu