TILC - 2 CORINZI - 9 - Aceb_PugliaBasilicata

Cerca
2006/2020 -  ANNO XIV - 4  Novembre 2020
"Portate i pesi gli uni degli altri e adempirete così la legge di Cristo" (Galati 6:2)
Vai ai contenuti

Menu principale:

N.T.
 


(Testo TILC)


Seconda lettera ai Corinzi, Cap.:
1 2 3 4 5 6 7 8 910 11 12 13


SECONDA LETTERA AI CORINZI
Capitolo
9


           Aiuti per i credenti di Gerusalemme
 
1Veramente non è il caso che vi scriva per gli aiuti destinati ai credenti di Gerusalemme, 2perché conosco la vostra buona volontà. Ne sono orgoglioso e dico ai Macèdoni: "In Grecia sono pronti sin dall'anno scorso". Il vostro entusiasmo ha stimolato la maggior parte di loro. 3Perciò mando questi fratelli, perché l'elogio che ho fatto di voi non sia smentito e perché, come stavo dicendo, siate pronti.
   4Se qualcuno venisse con me dalla Macedonia e vi trovasse impreparati, io dovrei arrossire di vergogna per la fiducia che ho posta in voi. In realtà, la vergogna sarebbe anche vostra. 5Ho quindi giudicato opportuno chiedere a questi fratelli di venire da voi prima di me e a voi di preparare il dono che avete promesso, perché sia veramente una dimostrazione di generosità e non di avarizia.

         La generosità di Dio e la nostra
   6Tenete presente che chi semina poco raccoglierà poco; chi invece semina molto raccoglierà molto. 7Ciascuno dia quindi il suo contributo come ha deciso in cuor suo, ma non di malavoglia o per obbligo, perché a Dio piace chi dona con gioia. 8E Dio può darvi ogni bene abbondantemente, in modo che abbiate sempre il necessario e siate in grado di provvedere a ogni opera buona. 9Come dice la Bibbia:
   Egli dà generosamente ai poveri,
   la sua generosità dura per sempre.
   10Dio dà il seme al seminatore e il pane per suo nutrimento. Egli darà anche a voi il seme di cui avete bisogno e lo moltiplicherà per farne crescere il frutto, cioè la vostra generosità. 11Dio vi dà tutto con abbondanza perché siate generosi. Così, molti ringrazieranno Dio per i vostri doni da me trasmessi. 12Infatti, l'organizzazione di questo soccorso fraterno non serve soltanto ad aiutare i credenti di Gerusalemme che sono poveri, ma anche a fare in modo che molti ringrazino Dio. 13Il vostro aiuto sarà per loro una prova concreta che voi sapete ubbidire e accogliere l'annunzio di Cristo. Perciò loderanno Dio per la generosità che dimostrate nel dividere i vostri beni con loro e con tutti; 14pregheranno per voi e vi manifesteranno il loro affetto per la grazia abbondante che Dio vi ha dato. 15Ringraziamo Dio per il suo dono meraviglioso.

 
 
 

< precedente_____________________________successiva >

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu