Nuzzolese Nicola - Lettera di Alessandra - Aceb_PugliaBasilicata

Cerca
2006  ANNO XIII - 5 Maggio 2019
"Portate i pesi gli uni degli altri e adempirete così la legge di Cristo" (Galati 6:2)
Vai ai contenuti

Menu principale:

 


da Alessandra Arcidiacono

PER LO ZIO NICOLA

Caro Nicola,
ho saputo che non stai bene e di questo ne sono molto dispiaciuta, ma allo stesso tempo sono sicura che sarai forte e saldo nella fede.
Come faccio a saperlo? Beh … ti conosco praticamente da quando sono nata. Per me sei come uno zio … So quanto sei forte e tenace in tutto quello che hai fatto nella tua vita e sicuramente sarai forte anche in questo momento.
Ricordo con molto affetto quando tutte le volte che telefonavi a casa per parlare con papà e rispondevo io tu dicevi sempre: “C’è u figghiuzzo?” e nell’attesa che papà prendesse la cornetta tu fischiettavi … come dimenticare il tuo fischiettio sempre presente?
Ti ricordi quando andammo in Inghilterra per il giro di Evangelizzazione che facemmo grazie a David e Ann? Tu sei stato un esempio esemplare per tutto il gruppo. Tu il più grande di tutti e tutte ti sei sempre adattato a tutto, senza mai lamentarti e senza mai perdere la pazienza nonostante non fosse semplice dormire nei sacchi a pelo, nonostante il freddo e la pioggia che ci accompagnava durante le giornate. Tu sei sempre stato sereno e sorridente e per farci sentire bene, tu fischiettavi sempre. Quanti bei ricordi abbiamo vissuto e condiviso con te!!!
Tu proprio come uno zio sei sempre stato presente, anche se non fisicamente, ai miei compleanni … puntualmente, ogni anno, nella buca della posta trovavo un pacchetto con dentro una tua bellissima poesia con immagini e decori pensati per me, per augurarmi un buon compleanno.
Con le tue rime mi hai sempre rallegrata e spero nel mio piccolo di strapparti un sorrisino quando ti leggeranno questa mia lettera per te.
Io adesso mi trovo in Germania, e sto pregando per te, ... Ti voglio bene zio Nicola.
Possa il Signore alleviare la tua sofferenza e donarti la serenità e la pace che cerchi.
Un forte abbraccio, Alessandra


 
 
 
 
 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu